Home > Newsroom > diodi

diodi

29/08/2018

diodi

Definizione: un diodo è un dispositivo elettrico che consente alla corrente di spostarsi attraverso di esso in una direzione con maggiore facilità rispetto all'altra. Un diodo ad emissione luminosa (LED) è anche un tipo speciale di diodo che emette luce quando conduce elettricità.

Da dove viene la parola "diodo"? William Henry Eccles, un fisico inglese, lo inventò nel 1919 combinando le radici greche "di", che significa "due" e "ode", che significa "percorso", anche se alcune altre fonti dicono che l'ode fu presa in prestito da "Elettrodo", che è stato coniato da Michael Faraday.

Quanti diodi ci sono? Solo i LED sono responsabili di oltre $ 5 miliardi di vendite in ogni anno con diodi discreti che rappresentano altri $ 4 miliardi di vendite. A meno di un dollaro per componente, ciò equivale a miliardi e miliardi di diodi venduti in tutto il mondo ogni anno.

Di cosa sono fatti i diodi? Diodi di solito sono costituiti da materiali semiconduttori come il silicio (più comune), il selenio e il germanio. I semiconduttori sono ideali per i diodi in quanto la loro conduttività può essere facilmente manipolata aggiungendo impurità in un processo noto come doping. Il drogaggio aumenta il numero libero di elettroni disponibili per condurre l'elettricità e consente anche al flusso di corrente unidirezionale caratteristico di un diodo di funzionare correttamente. I semiconduttori più comuni utilizzati per i diodi sono il silicio e l'arseniuro di gallio, ma il materiale semiconduttore sottostante in un LED determina il suo colore: nitruro di gallio indio (InGaN) per i colori blu, verde e UV, alluminio fosfuro di gallio indio (AlGaInP) per il giallo, colori arancioni e rossi e arseniuro di gallio di alluminio (AlGaAs) per i colori rosso e infrarosso.

I diodi sono pericolosi? Alcuni diodi contengono tracce di metalli pesanti, come l'arsenico che, a seguito di esposizioni croniche, può causare tumori e problemi neurologici. I diodi utilizzano spesso l'indio, materiale di terre rare che può portare a tensioni politiche, conflitti e violenze mentre la domanda continua ad aumentare per forniture limitate in determinate aree del mondo. I LED che contengono luce blu alterano i ritmi circadiani e dormono quando vengono utilizzati come illuminazione notturna o serale. I LED ultravioletti causano danni alla pelle e agli occhi, ma questi sono per lo più comuni nelle procedure mediche.

Quali parti di un diodo possono essere riciclate? Diodi discreti e LED sono spesso smaltiti nelle discariche, ma la presenza di materiali di terre rare in molti diodi probabilmente porterà a nuove pratiche di riciclaggio che recuperano questi materiali per il riutilizzo.